CSQ IQNET

Cooperativa aderente a

header left nazionale

Voucher Educativi

Che cos’è?

Il voucher è un titolo d’acquisto di prestazioni erogate da soggetti operatori professionisti sociali; quello di tipo educativo consiste in una serie di interventi volti a mantenere il minore all’interno della propria famiglia, che si trova in situazione di temporanea difficoltà.

L’intervento offre un sostegno educativo a minori, al fine di garantire l’educazione dello stesso, la sua tutela, la facilitazione e il miglioramento del rapporto genitori–figli e la promozione di percorsi indirizzati al raggiungimento dell’autonomia del minore nella fase dell’adolescenza.

L’educatore opera al recupero del nucleo familiare focalizzandosi sulle funzioni educative, affettive e sociali.

Il servizio è erogato da educatori professionali che operano al domicilio del minore; in alcuni contesti territoriali il servizio assume la dicitura di ADM (Assistenza Domiciliare Minori).

La nostra esperienza

La Cooperativa è accreditata dal 2003 presso il Piano di zona del Distretto di Mortara (Mortara, Albonese, Candia Lomellina, Castello d’Agogna, Castelnovetto, Ceretto, Cergnago, Cilavegna, Confienza, Cozzo, Langosco, Mortara, Nicorvo, Olevano di Lomellina, Palestro, Parona, Robbio, Rosasco, Sant’Angelo Lomellina, Torre Beretti e Castellaro, Zeme), dal 2008 presso il Piano di Zona del Distretto di Vigevano (Vigevano, Gambolò e Gravellona Lomellina)e dal 2009 presso il Piano di Zona del Distretto di Sannazzaro de' Burgondi (Garlasco, Borgo S. Siro, Gropello Cairoli, Tromello, Dorno, Alagna, Pieve Albignola, Scaldasole, Valeggio, Ottobiano, San Giorgio, Ferrera, Sannazzaro, Mezzana Bigli, Galliavola, Lomello, Velezzo, Villa Biscossi, Pieve del Cairo, Mede, Semiana, Valle, Gambarana, Suardi, Frascarolo, Sartirana, Breme).

La Cooperativa inoltre eroga SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare) c/o il Comune di Gambolò dal 2008 e c/o il Comune di Gravellona Lomellina dal 2009.

Come si accede

Esistono due tipologie di percorsi percorribili: da una parte è il Comune di residenza del minore e in cui vive la sua famiglia, nella persona dell’Assistente Sociale, che a seguito di una segnalazione ricevuta dalle Agenzie educative o altra fonte fa la richiesta di attivazione ad uno dei soggetti accreditati, basandosi su conoscenza diretta del soggetto, esplicitando quale sia l’obiettivo da raggiungere.

Dall’altra è la famiglia del minore (spesso trattasi di minore con disabilità motoria e/o psico-fisica) che, in base a necessità oggettive e a seguito di un iter avviato dall’Assistente Sociale sul caso con esito positivo e rientrando tra coloro che hanno le caratteristiche (socio-economiche) per poter accedere al voucher stesso, fa richiesta di attivazione e sceglie liberamente il soggetto che fornirà il personale qualificato nell’elenco dei soggetti accreditati.

La gestione

Il servizio è gestito da un Coordinatore con esperienza nel coordinamento di servizi domiciliari dal 2005. Lo stesso mantiene contatti telefonici con i familiari del minore e con la rete delle agenzie che gravitano attorno al minore (il comune di residenza nella persona dell’Assistente Sociale, la scuola con i docenti, lo psicologo dell’ASL, etc.) per verificare la qualità del servizio erogato e si pone come punto di riferimento: i genitori possono contattare telefonicamente il Coordinatore, durante l’orario d’ufficio a loro indicato, per sottoporre questioni di una certa rilevanza connessi agli interventi erogati.

Al momento dell’attivazione di un nuovo voucher l’operatore individuato, precedentemente informato sulle finalità di avvio del voucher, viene accompagnato dal Coordinatore a conoscere il minore e la sua famiglia al loro domicilio per la presentazione ufficiale. L’operatore instaura con il minore e la sua famiglia un rapporto di reciproco rispetto e fiducia nelle capacità in suo possesso.

A richiesta dell’Assistente Sociale che ha in carico il minore o a cadenza precedentemente concordata viene redatta una relazione, da parte dell’educatore a cui è stato assegnato il voucher, sull’andamento del voucher sulla base della verifica degli obiettivi in essere e della tempistica prevista per il loro raggiungimento.

Mani sfuma

Marchio family Audit

marchio PaviainFamily2

Coop. Sociale Comunità Betania - CF/PI 01840880189